PREMIO CESARE BONACINI 2005

Scuola Secondaria di II grado

Esperimenti quantitativi su lavoro, potenza, trasferimenti di energia nelle macchine e in voi studenti. Quanto si spende? Quanto si ottiene?

1° PREMIO IPSIA "A.Lombardini" e Liceo Scientifico "A. Moro" (Reggio Emilia)

IL LAVORO
STUDENTI IPSIA: Campani Manuele, Fortese Francesco, Gauna Josue’ Zacarias, Iskhakov Artur, Marziano Luciano
L. SCIENTIFICO: De Micheli Francesco, Gregori Filippo, Montagna Alessandro, Rubiani Stefano
INSEGNANTI Dario Menozzi (IPSIA)
Giulio Bassoli (Lic. Scient.)
Il tema è stato svolto su una cella a combustibile autocostruita, dispositivo il cui funzionamento fisico-chimico è, dal punto di vista energetico, sufficientemente semplice da poter essere proposto a studenti della scuola secondaria. Particolarmente interessante la decisione di costituire un gruppo misto di studenti appartenenti a scuole molto diverse, integrando con reciproco vantaggio le competenze degli uni e degli altri. I fenomeni sono stati esplorati sia dal punto di vista sperimentale, sia dal punto di vista della teoria che ne sta alla base. I risultati sperimentali sono coerenti e bene interpretati nello spirito del tema del concorso.



2° PREMIO
(EX-AEQUO)
I.T.I.S. "E. MEDI", Galatone (Lecce)

IL LAVORO
STUDENTI Classe 2a C: Carrino Stefano, Casaluci Sandro, Caushi Inez, Colelli Giovanni Angelo, Di Donfrancesco Giovanni, Greco Daniele, Muscella Pierluigi, Nicolcenco Michele, Picciolo Antony, Rizzello Giovanni Mauro
INSEGNANTI Teorico e coordinatore: Ida Rainone
Tecnico-Pratico: Luigi Schirosi
E' stato esplorato il trasferimento di energia in un fenomeno meccanico che, pur facendo parte del programma di fisica nel biennio degli ITI, non sempre viene studiato e misurato anche in laboratorio. L'apparato sperimentale realizzato si è dimostrato particolarmente efficiente nel trasferire energia in forme semplici, rivelandosi adatto ad introdurre i concetti agli studenti più giovani.


2° PREMIO
(EX-AEQUO)

Liceo Scientifico Sperimentale "Mario Allegretti", Vignola (Modena)

IL LAVORO
STUDENTI Classe 3a B: Enrico Adani, Giacomo Assirati, Luca Chierici, Marcello Graziosi, Luca Leonelli, Giulia Luppi, Elena Morotti
INSEGNANTE Giulio Annovi
Il sollevamento di acqua mediante una pompa azionata da un motore elettrico è stato studiato utilizzando due diverse pompe, una commerciale e una costruita con materiale povero dagli studenti stessi. Il lavoro sperimentale, l'analisi dei risultati ottenuti e la loro interpretazione sono corretti. La relazione è semplice ma ben scritta, senza appesantimenti non essenziali ma con adeguata attenzione ad alcuni dettagli significativi del funzionamento dei dispositivi usati.